DIFFERENZA TRA REDDITI DI

CAPITALE E REDDITI DIVERSI

DIFFERENZA TRA REDDITI DI CAPITALE

E REDDITI DIVERSI

Nel nostro Paese tutti i proventi che derivano da titoli e da altre forme di investimento del risparmio (cedole o dividendi azionari, distribuzioni di fondi comuni, capital gains prodotti da negoziazioni in titoli) sono sottoposti a tassazione. Tali proventi si dividono in "redditi di capitale" e in "redditi diversi di natura finanziaria".

 

 Per i "redditi di capitale" il prelievo viene effettuato direttamente dalla banca (o da un altro intermediario, come ad esempio una SGR) per conto dello Stato attraverso l'applicazione di una ritenuta o di una imposta sostitutiva.

 

Cosa sono i redditi di capitale?

 I "redditi di capitale" sono i proventi che derivano direttamente dall'investimento come sotto indicato:

 - Interessi su conti correnti e depositi a risparmio

 - Interessi/cedole e scarti di emissione dei titoli a reddito fisso (come ad esempio i titoli di stato e le obbligazioni)

 - Dividendi

 - Differenza positiva tra valore di cessione/rimborso e valore di acquisto/sottoscrizione degli OICR (compresi gli ETF)

 - Distribuzione di proventi periodici da parte degli OICR (compresi gli ETF)

 - Scarto prezzo dei "pronti contro termine" su titoli (differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita)

 

 I Redditi di capitale possono essere solo positivi e sugli stessi la Banca opera sempre come sostituto d'imposta, anche per i clienti che operano in regime fiscale dichiarativo.

 

cosa sono i redditi diversi?

 Si tratta delle plusvalenze o minusvalenze generate:

 - Dalla negoziazione di strumenti finanziari (come ad esempio azioni e obbligazioni)

 - Dal rimborso dei titoli a reddito fisso(come ad esempio i titoli di stato e le obbligazioni)

 - Dalla cessione di partecipazioni in societĂ  o enti e diritti relativi

 - Dalla vendita di quote di Fondi e OICR che generi un valore negativo per il cliente.

 

 Per i "redditi di capitale il prelievo viene effettuato direttamente dalla banca (o da un altro intermediario, ad esempio una SGR) per conto dello Stato attraverso l'applicazione di una ritenuta o di una imposta sostitutiva. La tassazione dei "redditi diversi di natura finanziaria", invece, può avvenire anche in fase di presentazione della dichiarazione annuale da parte del Cliente.

 

 

 

Alberto Centofante